Provincia autonoma di Trento

Delibera 499 del 2019

Oggetto

L.P. n. 14/2005 "Riordino del sistema provinciale della ricerca e dell'innovazione. Modificazioni delle leggi provinciali 13 dicembre 1999, n. 6, in materia di sostegno dell'economia, 5 novembre 1990, n. 28, sull'Istituto agrario di San Michele all'Adige, e di altre disposizioni connesse" Istituzione del "FORUM per la RICERCA".

Struttura di competenza

D323 - DIP. SVILUPPO ECONOMICO E LAVORO

Competenza

Giunta

Numero della delibera

499

Anno della delibera

2019

Data di adozione

12/04/2019

Data pubblicazione

15/04/2019

Anno di protocollo

0

Testo

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Reg. delib. n. 499 Prot. n.
VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE
OGGETTO:
L.P. n. 14/2005 "Riordino del sistema provinciale della ricerca e dell'innovazione. Modificazioni
delle leggi provinciali 13 dicembre 1999, n. 6, in materia di sostegno dell'economia, 5 novembre 1990, n. 28, sull'Istituto agrario di San Michele all'Adige, e di altre disposizioni connesse" Istituzione del "FORUM per la RICERCA".
Il giorno 12 Aprile 2019 ad ore 11:45 nella sala delle Sedute in seguito a convocazione disposta con avviso agli assessori, si è riunita LA GIUNTA PROVINCIALE
sotto la presidenza del PRESIDENTE MAURIZIO FUGATTI
Presenti: VICEPRESIDENTE MARIO TONINA
ASSESSORE MIRKO BISESTI
ROBERTO FAILONI
MATTIA GOTTARDI
STEFANIA SEGNANA
ACHILLE SPINELLI
GIULIA ZANOTELLI
Assiste: IL DIRIGENTE ENRICO MENAPACE
Il Presidente, constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta RIFERIMENTO : 2019-D323-00027
Pag 1 di 5
Num. prog. 1 di 5
Il Relatore comunica:
la Provincia Autonoma di Trento è titolare di potestà legislative ed amministrative in materie che riguardano, tra l'altro, la ricerca scientifica e tecnologica e il sostegno all'innovazione. In attuazione di questa potestà, la Provincia si è dotata di una specifico atto normativo, la legge provinciale 2
agosto 2005, n. 14 e s.m. "Riordino del sistema provinciale della ricerca e dell'innovazione.
Modificazioni delle leggi provinciali 13 dicembre 1999, n. 6, in materia di sostegno dell'economia,
5 novembre 1990, n. 28, sull'Istituto agrario di San Michele all'Adige, e di altre disposizioni connesse" (di seguito anche "legge provinciale sulla ricerca" o LP 14 del 2005).
La L.P. n. 14 del 2005 prevede all'articolo 1 la promozione da parte della Provincia "di una strategia di sviluppo territoriale basata sulla conoscenza, riconoscendo nella promozione, nella crescita e nella diffusione della ricerca e dell'innovazione uno strumento fondamentale per la crescita del capitale umano, per lo sviluppo del sistema delle imprese e della qualità e competitività
dell'intero territorio provinciale".
Per attuare dette finalità, il medesimo articolo 1 prevede che la Provincia valorizzi il patrimonio di conoscenze generato dai soggetti che operano nel campo della ricerca e dell'innovazione e promuova forme di collaborazione e di coordinamento fra i diversi attori della ricerca e innovazione operanti sul territori per l'innovazione del sistema produttivo locale.
Tra gli obiettivi della L.P. 14 del 2005, vi è quello di promuovere il sistema provinciale della ricerca ed innovazione, rendendo il tessuto economico locale più competitivo, in virtù di una capacità
diffusa delle proprie realtà produttive di trarre vantaggio dal progresso della conoscenza e dai cambiamenti indotti dalla tecnologia.
Al perseguimento di questi obiettivi concorrono l'Università degli Studi di Trento, la Fondazione Bruno Kessler, la Fondazione Edmund Mach, le imprese, e gli altri soggetti pubblici e privati che svolgono attività di ricerca sul territorio provinciale, l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e gli enti funzionali che operano nel campo della ricerca e della cultura.
Per garantire una programmazione coordinata degli interventi previsti dalla L.P. n. 14/2005, la Giunta provinciale, su proposta dell'assessore competente e assicurando il coinvolgimento dei soggetti che si occupano di ricerca ed innovazione sul territorio provinciale, approva un "Programma pluriennale della ricerca", che individua, in particolare, gli obiettivi da perseguire e le linee generali d'intervento nonchè le aree di ricerca di interesse prioritario per il territorio provinciale.
A tal fine è necessario avviare un processo di analisi e riflessione sugli ambiti più rilevanti della ricerca e dell'innovazione, che potranno avere un impatto significativo per lo sviluppo, mediante uno strumento di orientamento, di visione e di programmazione che sia proiettato sul futuro della ricerca ma anche riferito alla capacità di assorbimento e coinvolgimento del territorio. Vanno consolidati i legami tra ricerca e prospettive del futuro, assicurando che la conoscenza e la ricerca siano nella comunità un canale di dialogo, di risoluzione di problemi e di opportunità.
Sulla base di queste valutazioni si propone l'istituzione di un "FORUM per la RICERCA", che individui gli ambiti di ricerca e innovazione significativi e vincenti per il futuro, anche rispetto alle ricadute sul sistema locale della ricerca e delle imprese e al vantaggio competitivo che ne potrà
derivare, grazie all'apporto dei soggetti qualificati che si occupano di ricerca e innovazione, a livello sia locale che internazionale.
RIFERIMENTO : 2019-D323-00027
Pag 2 di 5
Num. prog. 2 di 5
Il "FORUM per la RICERCA" dovrà confrontarsi con le istituzioni di ricerca locali e con le categorie economiche che porti ad un dibattito stimolante e di ampio respiro per elaborare, entro tre mesi dalla presente delibera, un documento di analisi, di visione e di indirizzo.
Tale documento, tenuto conto dell'inquadramento dell'attuale situazione della ricerca in Trentino,
dei suoi limiti e prospettive, propone gli ambiti di ricerca più significativi per lo sviluppo del territorio provinciale. Tale elaborazione permetterà di limitare la dispersione delle risorse,
concentrandole nelle direzioni più promettenti per il tessuto economico trentino, pur garantendo il necessario e imprescindibile sostegno alle attività di ricerca di base, libera e fondamentale.
Si prevede che il "FORUM per la RICERCA" sia composto da un numero massimo di 15 membri,
di cui:
- 8 membri individuati tra esperti in tema di ricerca e di conoscenza dei mercati;
- 2 membri indicati dall'Università di Trento;
- 2 membri indicati dalla Fondazione Bruno Kessler;
- 2 membri indicati dalla Fondazione Edmund Mach;
- il prof. Mario Calderini, in qualità di attuale Presidente del Comitato per la ricerca e l'innovazione.
Tra i 15 membri almeno due dovranno essere di genere femminile.
La composizione definitiva del FORUM verrà concordata tra Trentino Sviluppo e la Provincia Autonoma di Trento.
Ai sensi dell'art. 33, comma 9 bis, della legge provinciale n. 3 del 2006 e in considerazione della complessità del processo, che coinvolge una molteplicità di elementi di analisi e di attori, nonché
dei tempi ristretti nei quali è fondamentale che esso si concluda per aprire alle fasi successive, si ritiene opportuno affidare la gestione operativa e organizzativa del "FORUM della RICERCA" a Trentino Sviluppo S.p.A.
L'affidamento include lo svolgimento dei compiti di segreteria organizzativa e tecnica per la logistica e l'organizzazione degli incontri, nonché la predisposizione del materiale necessario allo svolgimento degli incontri e il supporto nella stesura dei documenti prodotti dal FORUM.
Per il finanziamento degli oneri derivanti dalle attività di cui al presente provvedimento, che comprendono i compensi ai membri del Forum nonché i rimborsi di spese di missione e i costi di gestione organizzativa e tecnica, Trentino Sviluppo è autorizzata ad utilizzare le risorse già
assegnate a valere sul Piano di cui agli articoli 8, 20, 21, 24, 24 bis e 24 quater della l.p. 6/1999,
articolo 17 della l.p. 11/2002 e articolo 23 della l.p. 7/2006, relativo alla Sezione Promozione,
Qualificazione ed Incentivi - Ambito Servizi e Ambito Contributi del Fondo per lo sviluppo dell'economia trentina. Trentino Sviluppo pertanto dovrà rivedere il predetto Piano provvedendo all'inserimento di tale attività.
Tutto ciò premesso e considerato,
LA GIUNTA PROVINCIALE
- udita la relazione;
- visti gli atti citati in premessa;
- vista la legge provinciale 2 agosto 2005, n. 14 (Legge provinciale sulla ricerca);
RIFERIMENTO : 2019-D323-00027
Pag 3 di 5
Num. prog. 3 di 5
- visto l'articolo 33, comma 9 bis, della legge provinciale 16 giugno 2006, n.3 (Norme in materia di governo dell'autonomia del Trentino);
- visto l' articolo 33 della L.P. n. 6/99 (Legge provinciale sugli incentivi alle imprese);
- vista la convenzione tra Provincia Autonoma di Trento e Trentino Sviluppo S.p.a. stipulata in data 14 marzo 2017, n. di raccolta 44507, gli atti aggiuntivi alla convenzione n. racc. 44905 di data 6 dicembre 2017 e n. racc. 45024 di data 19 febbraio 2018 e l'atto aggiuntivo approvato con delibera n. 2447 del 21 dicembre 2018 ed efficace dal 12 ottobre 2018;
- a voti unanimi espressi nelle forme di legge,
DELIBERA
1) di istituire un "FORUM per la RICERCA", che individui gli ambiti di ricerca e innovazione significativi e vincenti per il futuro, anche rispetto alle ricadute sul sistema locale della ricerca e sul tessuto economico nonché riguardo al vantaggio competitivo che potrà derivare alle imprese,
per proporre, entro tre mesi dall'approvazione della presente delibera, un documento di analisi,
visione e di indirizzo;
2) di stabilire che il "FORUM per la RICERCA" sia composto da un numero massimo di 15
membri, di cui:
- 8 membri individuati tra esperti in tema di ricerca e di conoscenza dei mercati;
- 2 membri indicati dall'Università di Trento;
- 2 membri indicati dalla Fondazione Bruno Kessler;
- 2 membri indicati dalla Fondazione Edmund Mach;
- il prof. Mario Calderini, in qualità di attuale Presidente del Comitato per la ricerca e l'innovazione;
tra i 15 membri almeno due dovranno essere di genere femminile;
3) di affidare a Trentino Sviluppo la gestione operativa ed organizzativa del "FORUM per la RICERCA";
4) di dare atto che per le spese derivanti dall'attuazione del presente provvedimento, Trentino Sviluppo è autorizzata ad utilizzare le risorse già assegnate a valere sul Piano di cui agli articoli 8, 20, 21, 24, 24 bis e 24 quater della l.p. 6/1999, articolo 17 della l.p. 11/2002 e articolo 23 della l.p. 7/2006, relativo alla Sezione Promozione, Qualificazione ed Incentivi - Ambito Servizi e Ambito Contributi del Fondo per lo sviluppo dell'economia trentina, provvedendo ad inserire tale attività nel Piano medesimo;
5) di pubblicare la presente deliberazione sul sito internet istituzionale della Provincia Autonoma di Trento.
RIFERIMENTO : 2019-D323-00027
Pag 4 di 5 ES
Num. prog. 4 di 5
Adunanza chiusa ad ore 13:00
Verbale letto, approvato e sottoscritto.
Non sono presenti allegati parte integrante IL PRESIDENTE
Maurizio Fugatti IL DIRIGENTE
Enrico Menapace RIFERIMENTO : 2019-D323-00027
Pag 5 di 5
Num. prog. 5 di 5

Proponente

SPINELLI ACHILLE

NumeroSeduta

18

Riferimento

2019-D323-00027-DLB

Classificazione Tipologia

03-02-00 Piani

Tipologia Trasparenza

0

Tipo Decreto

Codice struttura competente

D323

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies